Situazione confusa in Guinea Bissau dopo il colpo di stato del 12 aprile 2012

Il paese è proprio nelle mani di alcuni militari. La gente nelle ultime elezioni aveva già scelto il suo Presidente. I militari, non essendo d’accordo, l’hanno preso e nascosto. Ora l’hanno già rilasciato ma sembra che i golpisti l’abbiano vinta e stanno mettendo al potere chi vogliono loro. Una cosa certa c’è: il paese si è fermato ed è persa ogni speranza di poter migliorare. La scuola si è fermata. Immaginate tutti quei giovani che hanno lasciato i loro villaggi per andare a studiare a Bissau. Sacrifici enormi per pagare la scuola e ora l’anno scolastico sembra essere annullato. Gli stipendi degli insegnanti e dei lavoratori statali sono sospesi… è insomma crisi totale! I militari hanno proibito qualsiasi manifestazione o marcia per la pace. Io mi immaginavo che la gente si ribellasse, scendesse comunque in piazza, nelle strade, giovani e adulti, invece no. Sembra esserci un totale scoraggiamento, una perdita totale d’animo, una sfiducia nel futuro e una rassegnazione totale. I giovani e gli adolescenti  tranquilli riempiono le discoteche e hanno approfittato  per fare una settimana o 10 giorni di festa per il 1° Maggio. Pregate per la Guinea, perché la gente abbia coraggio di sollevarsi e di ribellarsi contro questa ingiustizia.

Annunci

Programma Fiera dell’Altra Economia, Vimercate, 2012

Sabato 12 maggio Centro Omnicomprensivo via Adda, 6 Vimercate
“I giovani progettano il futuro”
Dalle 10,00 alle 13,00 a cura del Bloom di Mezzago proiezione del film “Fuga dal call center”. Sarà presente l’attrice Isabella Tabarini. I ragazzi incontrano gli “attori” dell’Economia solidale: Danilo Villa Des Brianza, i giovani del Birrificio Menaresta di Carate Brianza, Matteo Rossi della Cooperativa Liberisogni. Moderatore: Mauro Cereda giornalista

domenica 13 maggio
Nelle vie del centro storico di Vimercate per la sola giornata di domenica 13 maggio dalle 9,30 alle 19,00 espongono i GAS e i GAF Informatici Senza Frontiere Cooperazione Sociale Agricoltori davvero biologici Artigiani Solidali Imprese Sociali Cooperazione Internazionale Associazione Libera Commercio Librerie Equosolidale Economia di Comunione Finanza Etica Energie Rinnovabili Progetti per il Bene Comune e la sostenibilità Nuovi di stili di vita sobri e solidali

10,30 Animazione per i più piccini

Biciclettata PIEVE IN BICI 2012 Partenza alle 10 dalla piazza della chiesa dei Comuni del Pieve. Arrivo a Vimercate Parco Trotti ore 12,00. Presentazione della Fiera e “Assaggi e degustazioni” a cura di agricoltori e ristoratori del progetto GUSTO DI BRIANZA EST info su http://www.pieveinbici.brianzaest.it

9,30 -12,30 Laboratorio su tempo, denaro e lavoro a cura della Cooperativa Sociale Mag2. Nella mia vita è vero che il tempo è denaro? E se il tempo e il denaro non avessero nessun collegamento, cosa accadrebbe? Laboratorio gratuito (Sala Must via Vittorio Emanuele) con iscrizione obbligatoria entro il 2 maggio 2012. Info e iscrizioni cell.: 328/6664822 e-mail: promozione@mag2.it http://www.mag2.it

9,30 -16,00 Laboratori: ambiente, autoriparazione bicicletta, falegnameria, lavorare la cera, lavorazione della lana, orto in terrazza, recupero materiali, SOS idraulico, stira e cuci

15,00 Intrattenimento per ragazzi e adulti a cura delle librerie di Vimercate e Concorezzo. Sala Must

16,00 Sfilata anti-crisi a cura de Il Villaggio Globale di Monza

Convegno conclusivo: Il futuro è già presente
17,00
Saluti: Sindaco di Vimercate Paolo Brambilla, don Mirko Bellora parroco Comunità pastorale di Vimercate.
Intervengono: Roberto Cuda giornalista Alberto Berrini economista don Roberto Davanzo direttore Caritas Ambrosiana Moderatore: Fabrizio Annaro giornalista

Ore 19,00 aperitivo conclusivo.
Per tutto il giorno sarà possibile il BARATTO di giochi, abiti o altro Ricordatevi di portare ciò che non vi serve più per trovare qualcosa di utile con cui scambiarlo! A cura della Mailing list Cerco offro del DES BRIANZA

Approfondimenti: https://fideidonum.wordpress.com/2012/05/07/il-futuro-e-gia-presente-fiera-dellaltra-economia-centro-storico-vimercate-domenica-13-maggio/

L’illusione della crescita infinita.

Riflessione del Comitato Fiera Altra Economia 2012

La nostra crisi è crisi ricorrente, che pare non terminare e che mostra le debolezze e le contraddizioni del nostro sistema economico. L’economia del nostro tempo, come sostengono molti economisti e sociologi, è destinata a non crescere! Eppure, la classe dirigente del globo si intestardisce sulla crescita. Siamo proprio sicuri che questa sia la via maestra o forse è tempo di pensare ad altri modelli? Apriamo una riflessione, anzitutto sulla cultura dei consumi. Si dice: se non ripartono i consumi non riparte l’economia. Ma incentivare i consumi significa incentivare la cultura dello spreco, dell’esagerazione, diffondere l’inquinamento, accrescere i rifiuti, peggiorare le relazioni sociali, influenzare il clima e l’equilibrio biologico, in poche parole rendere insostenibile la comunità sociale e l’ambiente. I nostri tempi esigono una rivoluzione sostenibile, un passaggio indispensabile per garantire all’umanità lunga vita, serenità, pace e giustizia. A questi livelli di crescita esponenziale il sistema non regge, rischiamo il collasso e molti segnali si palesano sempre di più. Il consumismo è un grande pericolo. Lo diceva lo scrittore, regista, poeta Pier Paolo Pasolini già negli anni Sessanta in piena industrializzazione quando si toccò l’apice dell’abbandono delle campagne. Oggi, pensare che il valore delle persone si misuri nell’accumulazione di beni di marca o all’ultimo grido, appare cosa effimera; se crediamo di colmare i nostri vuoti relazionali ed emotivi con prodotti alla moda, forse aumenterà il PIL ma non certo la felicità.

Le paure e le angosce
L’ultimo lavoro del giornalista Edmondo Berselli, “L’economia giusta” ci invita ad essere consapevoli che le risorse non potranno garantire benessere come nel passato. Berselli ci chiama ad essere consapevoli di un’imminente fase di restrizioni e rinunce, un’esortazione ad organizzarsi di fronte alla parabola discendente del nostro livello di vita.

L’Europa
L’Europa è la nostra speranza? Più che continente, si mostra come “richiamo virtuoso”, barriera ai vizi e allo spreco. l’Europa, mostra al mondo gli sforzi per raggiungere la sostenibilità finanziaria, mentre appare debole sul versante della ricerca di nuovi modelli di sviluppo.

Per concludere: qual’ è la sfida, qual è la posta in gioco di questa partita che stiamo vivendo e che ci coinvolge in prima persona? Quali scenari caratterizzeranno il futuro e quali rischi corriamo seriamente? Una nuova deriva di violenza e di populismo? Una nuova epoca di speranza e di saggezza in cui la centralità è nell’uomo, nella promozione umana e delle buone relazioni? Quale futuro per i nostri giovani?

Il futuro è già presente. Fiera dell’Altra Economia. Centro storico Vimercate domenica 13 maggio

La Fiera dell’Altra Economia nasce nei primi mesi del 2010 da un’intuizione di Caritas di Monza,  e si propone di perseguire un duplice obiettivo: da un lato presentare  alla comunità i movimenti, le azioni, i progetti, proposti da uomini e donne che agiscono nell’ambito sociale e lavorativo ispirati da un forte senso di solidarietà, mutualità e senso civico; dall’altro, promuovere  un itinerario culturale  e di riflessione sulla crisi, che sia in grado di individuare eventuali opportunità che la stessa crisi ha creato. L’idea della Fiera è ispirata anche  dall’iniziativa del  Cardinale Dionigi Tettamanzi di dar vita al Fondo Famiglia Lavoro, come segno di vicinanza della chiesa alle famiglie colpite della crisi.
  Continua a leggere