Pontien Tata: un Fidei Donum dal sud del mondo



Il padre Pontien Tata è un sacerdote congolese inviato come fidei donum a Châteaudun in Francia.
Questo breve video in francese raccoglie qualche pizzico della sua esperienza sacerdotale.

Annunci

20 anni della missione diocesana di Terni nel Congo

La cooperazione tra la chiesa diocesana di Terni Narni Amelia e quella di Kananga (Congo) cominciata nell’ottobre del 1988, per volere di mons. Franco Gualdrini, quando don Fernando Benigni diede la sua disponibilità per il servizio fidei donum a Ntambue, proprio mentre i padri Carmelitani, per carenza di persone, furono costretti a lasciare la missione. Una missione che in questi anni si è strutturata e organizzata su trentasette 37 comunità cristiane suddivise in comunità ecclesiali di base, ciascuna con un proprio responsabile e dislocate su di un territorio di 30mila chilometri quadrati, con una popolazione di un milione e mezzo di abitanti, di cui il 45 per cento è cattolico.
Continua a leggere

Congo, l’impotenza dell’Occidente

Le milizie di Nkunda tengono sotto scacco le forze governative e i peacekeepers Onu che resistono intorno a Goma.
Il leader dei ribelli tutsi Laurent Nkunda si è reso disponibile ad avviare un negoziato di pace con il governo e si impegna a rispettare il cessate-il-fuoco proposto dalle Nazioni Unite se anche Kinshasa farà lo stesso. Lo ha riferito l’ex presidente nigeriano Olusegun Obasanjo, inviato speciale dell’Onu, al termine di un incontro con Nkunda. Nella regione del Nord Kivu però i combattimenti non cessano.
Il mondo sta fallendo nel suo compito di assistere i civili innocenti nella Repubblica Democratica del Congo. Gli Stati Uniti e la Gran Bretagna hanno portato in Consiglio di Sicurezza le richieste di Alan Doss, il capo della Missione Onu (Monuc) per un’implementazione delle forze di peacekeeping: altri 3mila uomini dovrebbero raggiungere i 17mila già presenti nel paese centrafricano. Ma il tempo passa…
Continua a leggere