Molfetta: comincia il processo di canonizzazione di don Tonino Bello

Pubblichiamo la preghiera ufficiale per chiedere grazie per l’intercessione di don Tonino Bello

É stata indetta per oggi, venerdì 30 aprile 2010, la Prima Sessione Pubblica del Processo di canonizzazione del Servo di Dio Antonio Bello.
In tale circostanza sarà presente il Prefetto della Congregazione per le Cause dei Santi S. E. Mons. Angelo Amato che presiederà la S. Messa nella Cattedrale di Molfetta alle ore 18,30.
Al termine della Celebrazione Eucaristica i membri del Tribunale ecclesiastico e tutti gli officiali della postulazione presteranno il loro giuramento nelle mani del Vescovo. Si darà così inizio alla fase di ascolto dei testimoni circa le virtù eroiche del Servo di Dio.

Preghiera per la Canonizzazione
del Servo di Dio Antonio Bello
e per chiedere grazie per sua intercessione
Continua a leggere

Annunci

Guinea Bissau: la missione diventa parrocchia. Intervista con il parroco Fidei Donum

La missione cattolica di Bigene, in Guinea Bissau, diventa parrocchia. Oggi alle 10 ora locale Dom José Camnate na Bissign, vescovo di Bissau, ha presieduto la solenne celebrazione eucaristica per l’erezione della missione a parrocchia del Sacro Cuore di Gesù. Padre Ivo Cavraro, ex parroco della chiesa Immacolata di Fatima a Segezia, missionario fidei-donum della diocesi di Foggia-Bovino, ha fatto il suo ingresso come primo parroco della neonata comunità. Qui Don Ivone lavora insieme a Suor Miris, Suor Teresa e Suor Rosa delle Oblate del Sacro Cuore di Gesù. Alla celebrazione ha partecipato anche l’arcivescovo di Foggia, Mons. Francesco Pio Tamburrino, insieme ad alcuni sacerdoti della diocesi foggiana.
In una intervista alla Gazzetta del Mezzogiorno, don Ivo racconta nei dettagli la situazione della neo-parrocchia e confida la gioia interiore che lo sprona: “Non avrei mai pensato che fare il missionario fosse così bello“.

A volte si sposano: auguri a Maria Letizia e Morgan

Maria Letizia Antognazza, nativa di Venegono Inferiore, diocesi di Milano, era stata inviata come missionaria laica “Fidei donum” a Mazabuka, nell’Africa subsahariana, nel 2003, su incarico della diocesi di Milano, per affiancarsi a un sacerdote di Besozzo, don Maurizio Canclini. Era rimasta in Zambia per tre anni come volontaria laica, lavorando a contatto con i bambini, gli orfani dell’Aids, i giovani insegnanti.
Oggi si sposa con Morgan Chimponda, conosciuto durante il lavoro fianco a fianco nella missione aperta dalla Chiesa ambrosiana in terra africana. La celebrazione religiosa si è svolta nella chiesa di Venegono, dove è particolarmente atteso anche l’arrivo dallo Zambia del vescovo varesino monsignor Emilio Patriarca, che guida la diocesi africana di Monze e di cui Letizia e Morgan sono stretti collaboratori e amici. Sull’altare, con lui, anche gli altri sacerdoti fidei donum che in questi anni i due giovani sposi hanno incontrato sulla loro strada, in particolare l’ex parroco di Mazabuka, don Canclini, pronto a far ritorno in terra ambrosiana, dopo i tanti anni trascorsi in Africa.
Ai novelli sposi auguri di una vita di famiglia all’insegna della novità e bellezza del vangelo!
Fonte: Il Giorno

Lettera di Pasqua dal Brasile

Carissimi tutti,
La settimana scorsa, il 16 di marzo, è morta improvvisamente Claudilene, una giovane ragazza della nostra parrocchia di soli 20 anni. Era animatrice di un gruppo di giovani. Sempre presente alla messa della domenica e molto impegnata nelle attività parrocchiali.

Per me aveva un valore “speciale”, mi aveva aiutato e mi aiutava a migliorare il portoghese, non le scappava niente, mi correggeva in continuazione a volte anche le virgole.

Una giovane donna con una sensibilità e attenzioni uniche.

Durante il funerale, i suoi amici, hanno portato in chiesa, alcuni suoi oggetti: la sua agenda, la sua bibbia, alcune foto e poi hanno utilizzato, per ricordarla, alcune parole che la rappresentavano, una di queste parole era “pura”, niente di moralistico, ma semplicemente questo era il suo modo di essere, di comportarsi, di parlare, e anche di vestirsi.

Era una ragazza con un sorriso bellissimo, due occhi grandi che sembravano voler uscire dal suo viso giovane e solare.

Sembrava venire da un altro mondo, parlando di lei dicevo sempre che era una ragazza molto bella esteriormente ma non meno bella nella sua interiorità e personalità.

Chiacchierare con lei era sempre molto interessante e piacevole.

Claudilene, nel suo diario personale, con data 9 di marzo (ultima pagina scritta) scrisse:

“Carissimo Dio: Perdonami per il mio chiederti sempre di piú, invece di ringraziarti per quello che già ho.”

Per me Claudilene rimarra sempre una stella luminosa.
Continua a leggere

Buona Pasqua di Resurrezione da Adis Abeba

Addis Abeba, S. Pasqua 2010

Carissimi,

ecco, siamo giunti al mistero della Pasqua, al momento culmine della morte e risurrezione di Gesù, atto di amore smisurato di Dio.

E’ risorto, come ci aveva detto”.

Queste parole riecheggiano ancora oggi nelle nostre case, nella nostra vita.

“E’ risorto”, dopo aver vissuto gli ultimi momenti di delusione e di sconforto, di dolore e di sconfitta.

“E’ risorto”, ed è ancora con noi, al nostro fianco. Ci accompagna, ci tiene per mano, non siamo più soli.

Non si può gridare al mondo “E’ risorto” se non si è passati per il Venerdì Santo.

Dopo il buio ritorna sempre la luce, dopo la tempesta siamo certi di ammirare la bellezza dell’arcobaleno.

Sentiamo e crediamo che queste parole sono vere anche per questa gente in Etiopia.

Ci sentiamo impotenti di fronte alle file interminabili di donne che, in silenzio, si accostano al cancello della clinica di Asco in cerca di una possibilità di guarigione dalle continue malattie che tormentano loro e ancor più i loro figli.
Continua a leggere