Dialoghi di Pace con Papa Francesco

DIALOGHI DI PACE

Venerdì 24 gennaio 2014

Chiesa di San Pio X

Via Marconi 129, Cinisello Balsamo MI

Ore 20.45

Ingresso libero

 

I DIALOGHI di PACE sono una “lettura con musica” del Messaggio che il Papa a Capodanno rivolge all’intera Umanità per la Giornata Mondiale della Pace.

Suddiviso fra attori-lettori, le cui voci si intrecciano e si incalzano come in un vero e proprio dialogo e si alternano alla musica, il Messaggio diventa, per tutti, un momento di Elevazione spirituale: vissuta come preghiera da chi si professa cristiano cattolico e come tempo di riflessione da chi non crede o pratica altre religioni.

Un’introduzione musicale accoglierà l’ingresso in chiesa creando un’atmosfera di meditazione adeguata a predisporsi spiritualmente all’iniziativa e rispettosa del luogo sacro.

La proposta piace perché, attuata con una formula semplice, rende gradevole accostarsi a un testo che, normalmente, solo in pochi leggono per intero.

Questa iniziativa di sensibilizzazione sulla pace, avviata nel 2007 nella chiesa Regina Pacis (tempio votivo diocesano per la pace) di Milanino, è ormai diventata una tradizione locale copromossa dalle comunità religiose e civili dei quattro comuni di Bresso, Cormano, Cinisello Balsamo e Cusano Milanino ed è riproposta in altre città di Lombardia e d’Italia.

 

Iniziativa copromossa da:

Decanati di Bresso e Cinisello Balsamo (e relative parrocchie nei quattro Comuni sotto riportati)

Amministrazioni Comunali di Bresso, Cinisello Balsamo, Cormano e Cusano Milanino

ACLI, Associazione Il Ponte, Centro Internazionale Helder Camara e Società San Paolo

 

Presenze istituzionali:

Vicario Episcopale della Zona Pastorale VII (mons. Piero Cresseri)

Sindaci dei quattro Comuni copromotori

Sono invitati rappresentanti di altre confessioni cristiane o altre religioni presenti sul territorio

 

Locandina:

http://www..sanpioxcinisello.it/Dialoghi%20di%20Pace/Dialoghi/Materiale%20pubblicitario%20ddp%202014/A4-FR47pace_2014-01-24.pdf

 

Comunicato Stampa

http://www.sanpioxcinisello.it/Dialoghi%20di%20Pace/Dialoghi/Materiale%20pubblicitario%20ddp%202014/Dialoghi-di-Pace2014-01-24CS.doc

 

altre informazioni e foto:

http://www.sanpioxcinisello.it/Dialoghi%20di%20Pace/Dialoghi/Dialoghi%20SPX.htm

Annunci

Dialoghi di pace 2010 a Fano

22 agosto: il Papa a Fano con Helder Camara per salvare il Creato!
Chiesa di San Marco in Sassonia, ore 21, ingresso libero

Il Messaggio di Benedetto XVI per la Giornata Mondiale della Pace 2010 “Se vuoi coltivare la pace, custodisci il creato” sarà affidato ad attori-lettori le cui voci si incalzano come in un vero e proprio dialogo capace di sollecitare la riflessione sullo stretto legame fra rispetto dell’ambiente naturale e costruzione della pace fra popoli e persone.
Un legame che troppi sottovalutano ed, invece, ben presente a dom Helder Camara, di cui saranno letti testi poetici dedicati alla natura ed alla relazione dell’uomo con essa e con la dimensione del soprannaturale cui rimanda.
Accomodata sul tappeto musicale di improvvisazioni chitarristiche in stile “finger picking” “Dialoghi di Pace 2010” è un’Elevazione spirituale tanto attraente per i non credenti quanto coinvolgente e significativa per chi crede.

Locandina e maggiori info in
http://www.rudyz.net/ryposto.php?site=giovanni&index=3

Messaggio per la giornata della pace 2009

COMBATTERE LA POVERTÀ, COSTRUIRE LA PACE

1. Anche all’inizio di questo nuovo anno desidero far giungere a tutti il mio augurio di pace ed invitare, con questo mio Messaggio, a riflettere sul tema: Combattere la povertà, costruire la pace. Già il mio venerato predecessore Giovanni Paolo II, nel Messaggio per la Giornata Mondiale della Pace del 1993, aveva sottolineato le ripercussioni negative che la situazione di povertà di intere popolazioni finisce per avere sulla pace. Di fatto, la povertà risulta sovente tra i fattori che favoriscono o aggravano i conflitti, anche armati. A loro volta, questi ultimi alimentano tragiche situazioni di povertà. « S’afferma… e diventa sempre più grave nel mondo – scriveva Giovanni Paolo II – un’altra seria minaccia per la pace: molte persone, anzi, intere popolazioni vivono oggi in condizioni di estrema povertà. La disparità tra ricchi e poveri s’è fatta più evidente, anche nelle nazioni economicamente più sviluppate. Si tratta di un problema che s’impone alla coscienza dell’umanità, giacché le condizioni in cui versa un gran numero di persone sono tali da offenderne la nativa dignità e da compromettere, conseguentemente, l’autentico ed armonico progresso della comunità mondiale » [1].
Continua a leggere

Combattere la povertà: messaggio del papa per la giornata della pace

Combattere la povertà, costruire la pace”: è il tema del messaggio di Benedetto XVI per la celebrazione della 42a Giornata Mondiale della Pace, che si celebrerà il 1° gennaio 2009, come anticipato oggi in un comunicato diffuso dalla Sala stampa Vaticana. Il tema scelto dal Papa “intende sottolineare la necessità di una risposta urgente della famiglia umana alla grave questione della povertà, intesa come problema materiale, ma prima di tutto morale e spirituale” si legge nella nota ufficiale. “Anche di recente – prosegue il testo – il Santo Padre ha denunciato lo scandalo della povertà nel mondo: «… come si può rimanere insensibili agli appelli di coloro che, nei diversi continenti, non riescono a nutrirsi a sufficienza per vivere? Povertà e malnutrizione non sono una mera fatalità, provocata da situazioni ambientali avverse o da disastrose calamità naturali … le considerazioni di carattere esclusivamente tecnico o economico non debbono prevalere sui doveri di giustizia verso quanti soffrono la fame» (Messaggio di Sua Santità Benedetto XVI alla FAO del 2 giugno 2008)”. “ Lo scandalo della povertà – riferisce ancora la Sala stampa Vaticana – manifesta l’inadeguatezza degli attuali sistemi di convivenza umana nel promuovere la realizzazione del bene comune (cfr Concilio Vaticano II, Cost. past. Gaudium et spes, 69). Ciò rende necessaria una riflessione sulle radici profonde della povertà materiale, quindi anche sulla miseria spirituale che rende l’uomo indifferente alle sofferenze del prossimo. La risposta va allora cercata prima di tutto nella conversione del cuore dell’uomo al Dio della carità (cfr Benedetto XVI, Lett. enc. Deus caritas est), per conquistare così la povertà di spirito secondo il Messaggio di salvezza annunciato da Gesù nel Discorso della Montagna: «Beati i poveri in Spirito, perché di essi è il regno dei cieli» (Mt 5,3)”.