Assalto alle Ancelle della Carità. Uccisa una suora ed il cooperante Francesco Bazzani

BURUNDI.- Un’altra notizia tragica ci viene comunicata dall’agenzia Minsa: due giovani di 20 e 24 anni hanno assalito la missione di Ngozi causando due vittime: suor Lukrecija Mamic di origini croate e il volontario Francesco Bazzani di Cerea, provincia di Verona. Ferita alle mani, ma fuori pericolo, suor Carla Brianza.
Continua a leggere

Annunci

Ricordo del P. Pietro Taschler

Il padre Pietro Taschler è morto in Monterrico (Lima) la domenica 4 maggio 2008, solennità dell’Ascensione del Signore.
Egli nacque nella regione del Süd Tirol (oggi Italia) il 16 novembre 1921. Entro al seminario diocesano di Brixen (Bressanone) e fu ordinato sacerdote nel 1945. Piú tardi chiese di essere ammesso tra i missionari comboniani e fece la prima professione religiosa nel 1954. L’anno dopo fu inviato in Perù, dove trascorse tutta la sua vita dedito alla pastorale soprattutto con la gente della sierra.
Il padre Pietro fu un uomo di fisico apparentemente delicato, però con una grande forza di volontà, che gli permise lavorare instancabilmente fin oltre gli 80 anni.
Il Signore certamente lo avrà ricompensato per il grande impegno profuso in tutti i luoghi dove visse e lavorò.
Che riposi in Pace!

Il Cardinale Tettamanzi ricorda Paolo VI al Sacro Monte di Varese

“E’ indubbiamente molto bello ma anche estremamente impegnativo tentare di offrire, in breve tempo, una degna commemorazione di Paolo VI, a causa della stessa singolare ricchezza di cui è segnata la sua figura umana, sacerdotale, pastorale e spirituale”. Con queste parole ieri pomeriggio l’arcivescovo di Milano, cardinale Dionigi Tettamanzi, ha ricordato Papa Montini durante la Messa solenne celebrata sul Sacro Monte di Varese che ha aperto le commemorazioni nella diocesi del capoluogo lombardo. Il porporato ha rievocato il ”grande orizzonte ecclesiale nel quale si colloca il servizio papale di Paolo VI: l’orizzonte del Concilio Vaticano II, che egli con sapienza umana ed evangelica, e straordinario coraggio, ha concluso e accompagnato nel suo delicato e fecondo cammino applicativo”.
E ancora: ”In questo orizzonte, si situa tra l’altro una rinnovata attenzione alla parola di Dio come anima e forza della vita e della missione della Chiesa nella storia” e ”ne è testimonianza la costituzione dogmatica sulla divina rivelazione, Dei Verbum”. Il cardinale Tettamanzi, ordinato sacerdote dallo stesso Paolo VI, ha poi spiegato il grande valore affettivo che aveva il Monte Sacro di Varese per Papa Montini che qui spesso si recava a pregare quando era ancora arcivescovo di Milano.

Fonte: Radio Vaticana

Ci ha lasciati ieri don Danilo Muzzin

Nella mattinata di ieri, domenica 4 maggio e per noi solennità dell’Ascensione, è morto don DANILO MUZZIN, attualmente fidei donum della diocesi di Milano in Argentina e precedentemente fidei donum in Paraguay, dove lo avevo visitato qualche anno fa.

Un tumore incurabile lo ha colpito da qualche mese e purtroppo ogni cura è stata vana.

Lo avevo visitato la mattina del 1 maggio e lo avevo trovato sofferente, ma maestro di fede e di speranza, proteso al Signore Gesù in ogni suo parola e in ogni suo sforzo.

Ricordo la semplicità della sua testimonianza, l’entusiasmo trascinante per giovani e famiglie, la sua fede accompagnata da un senso vivo di umanità e fraternità.

Siamo vicini alla sorella, che lo ha accompagnato in questi suoi ultimi momenti, e agli amici e alle comunità che lo hanno conosciuto e apprezzato.

I funerali saranno mercoledì 7 maggio alle ore 14.45 a Milano, nella chiesa di San Vito al Giambellino. Don Danilo sarà poi sepolto a Caronno Pertusella, suo paese nativo.

don Gianni Cesena