Don Carlo Iadicicco: l’esperienza spirituale della spogliazione

Don Carlo è fidei donum della diocesi di Capua, in Perù da 30 anni.
Mi è piaciuta molto in questa sua testimonianza la visione di cosa significa essere fidei donum, costruita grazie ad una esperienza pluridecennale ed alla sua capacità di ascolto delle differenti chiamate di Dio in tempi molto difficili. Eccola:

Il mio è stato un viaggio costante, in questi anni, alla ricerca continua del popolo di Dio. Ho cominciato a Chimbote, la costa del Perù, con un vescovo molto progressista, mons. Bambarén. Negli anni ’70 Gustavo Gutierrez fu invitato dal vescovo a Chimbote per una serie di conferenze, dove già si articolava il paradigma di quella che sarà la teologia della liberazione. (…)
Capisco sempre più come il Perù sia una realtà molto complessa: tre zone completamente diverse, la costa, la sierra e la selva. C’è il Perù della globalizzazione, della modernità, inserito in un cammino di modernizzazione tecnologica, con una esperienza teologica nella chiesa funzionale a questo sistema: mercati, liberismo, trattato di libero commercio… E c’è un Perù che va ad un’ altra velocità, che difficilmente si inserisce in questo sistema, che è espulso dal sistema stesso. Anche questo Perù ha una sua teologia, che parte dalle situazioni di non vita nelle quali vive la stragrande maggioranza della gente povera.
Continua a leggere

Annunci

25 anni della Comunità di Villaregia in Perú: festa con i vescovi

La Comunità Missionaria di Villaregia è presente in Perú nella diocesi di Lurín da 25 anni. Per questo motivo è stata celebrata una messa di ringraziamento nella parrocchia della Trinitá, presiediuta dal vescovo di Lurín Monsignor Carlos García Camader, e concelebrata dal Nunzio Apostolico Bruno Musaró e da Mons. Salvador Piñeiro, Vescovo Castrense; Mons. Hugo Garaycoa, Vescovo Emerito di Tacna; y Mons. Luis Bambarén, Vescovo Emerito di Chimbote.

Incontro dei missionari italiani in Perú 2011

Laici, religiose, sacerdoti Fidei Donum presenti in costa, sierra e selva del Perù sono riuniti per il loro incontro annuale a Chaclacayo, Lima est nella casa di ritiro Padre Claret.
Il tema delle riiunioni é: “Perù: che paese sognamo? Che paese costruiamo?”
Conferenze di Pilar Arroyo e mons. Pedro Barreto arcivescovo di Huancayo introdurranno al tema che sarà approfondito con lavori di gruppo e testimonianze.
Si può seguire l’incontro in twitter con l’hastag #CumPerù.

Ricordo di mons. Padovese, vescovo, martire e tenore

Ho tra le mie mani la edizione “Come chicco di grano. Un ricordo di mons. Luigi Padovese assassinato in Turchia”. Il fascicoletto, edito dai Frati Minori Cappuccini di Lombardia, raccoglie testi su e di mons. Padovese, ucciso a  63 anni a Iskendurun, Turchia, il 3 giugno 2010. Egli fu un colto studioso delle origini della chiesa oltre che un uomo affabile ed aperto al dialogo con tutti. Il libretto descrive chiaramente le difficili condizioni del piccolo gregge dei cristiani in Turchia, dove la chiesa cattolica  non è nemmeno riconosciuta tra le minoranze religiose.  “Chicco di grano per la speranza di una chiesa” è il modo come lo ha ricordato il card. Dionigi Tettamanzi nel duomo di Milano il 14 giugno 2010, durante il funerale.  Fra i ricordi trascritti ci sono quelli di fra Mauro Jöhri, ministro generale dei cappuccini e mons. Ruggero Franceschini Arcivescovo di Smirne.

Continua a leggere

Giovanni Paolo secondo, il papa missionario sarà beatificato il primo maggio da Benedetto XVI

Giovanni Paolo II sarà beatificato il prossimo primo maggio. La cerimonia sarà celebrata inVaticano e sarà presieduta da Benedetto XVI. La data è stata ufficializzata questa mattina, con la firma da parte del Papa del decreto di Beatificazione, nel quale figurano anche i nomi di altri prossimi candidati agli onori degli altari, tra i quali il prof. Giuseppe Toniolo – fondatore della Settimana sociale dei cattolici italiani – e cinque suore bosniache uccise in odio alla fede. Certamente, la notizia che sta facendo velocemente il giro del mondo riguarda la figura di Papa Wojtyla, spentosi il 2 aprile 2005 e giunto al traguardo della Beatificazione dopo il riconoscimento di un miracolo avvenuto poco dopo la sua morte, riguardante una suora francese.