Domani a Padova i funerali di don Ruggero

Ultimo saluto domani nella cattedrale di Padova per don Ruggero Ruvoletto, il sacerdote fidei donum, ucciso a Manaus, in Brasile, lo scorso 19 settembre. Il funerale sarà celebrato dal vescovo di Padova, mons. Antonio Mattiazzo, e da altri cinque vescovi provenienti dal Brasile.
A Vigonovo, comune di origine di don Ruggero, alle 16 di domani si terrà un’altra celebrazione presieduta da mons. Francesco Biasini, vescovo di Pesqueira, subito dopo la sepoltura.
Per stasera è prevista una veglia di preghiera organizzata dal Centro missionario diocesano nella cattedrale di Padova, dove è stata allestita la camera ardente.
Domani sera, il comune euganeo renderà omaggio a don Ruvoletto nel corso del consiglio comunale, “un’occasione – ha detto l’assessore Claudio Piron – per dare il giusto riconoscimento a questo fratello-amico, per dirgli grazie di quanto ha fatto per il mondo giovanile e raccogliere il testimone del suo operato”. Lo stesso assessore ha annunciato che il concerto “Play the voice”, in programma il 9 dicembre al teatro Verdi di sarà dedicato a don Ruggero.
Le indagini. Intanto sono due le piste battute dagli inquirenti per spiegare l’omicidio del sacerdote: una rapina finita male ma anche un’esecuzione per intimidire la Chiesa locale. Al momento, sono tre le persone fermate.
Fonte: Radio Vaticana

Dieci anni dalla morte di don Erminia Cazzaniga

Suor Erminia Cazzaniga, canossiana, originaria di Sirtori, in provincia di Lecco, ha trascorso gli ultimi 39 anni della sua vita a Timor Est, dove il 27 settembre 1999 è stata uccisa da un gruppo di miliziani filoindonesiani, mentre con una consorella ed altre sette persone stava portando aiuti umanitari ai rifugiati di Los Palos, un piccolo paesino nell’interno dell’isola. Scriveva nella sua ultima lettera al parroco: “Carissimo, come saprai dalle notizie siamo in piena guerra…Gruppi formati e appoggiati dai militari infestano e distruggono il paese…La nostra missione oggi è non solo di aiutare, ma come dice S.Paolo, di piangere con chi piange, condividere con chi è nel bisogno, e dare tanta speranza e fiducia in Dio Padre che non abbandona i suoi figli… La Madonna, madre di Gesù e madre nostra, interceda e ottenga dal suo divino figlio, il miracolo dell’unità, della pace e dell’amore reciproco”.
Suor Erminia era superiora delle canossiane di Manatuto, una città tra Baucau e la capitale Dili.
A richiesta dei familiari, le sue spoglie sono tornate in Italia per essere inumete nel paese natale.

Agenzia Adital ricorda don Ruggero Ruvoletto (in portoghese)

Mi è arrivato per email questo bellissimo articolo, sull’addio di don Ruggero Ruvoletto a Manaus e sui probabili motivi della sua esecuzione, legata alle prese di posizione contro la violenza ed il traffico di droga. Vorrei fare un link all’originale, ma siccome non lo trovo, lo riproduco per facilitare la diffusione di buone notizie su questo nuovo martire.

Calaram mais um profeta na Amazônia

Continua a leggere