20 anni della missione diocesana di Terni nel Congo

La cooperazione tra la chiesa diocesana di Terni Narni Amelia e quella di Kananga (Congo) cominciata nell’ottobre del 1988, per volere di mons. Franco Gualdrini, quando don Fernando Benigni diede la sua disponibilità per il servizio fidei donum a Ntambue, proprio mentre i padri Carmelitani, per carenza di persone, furono costretti a lasciare la missione. Una missione che in questi anni si è strutturata e organizzata su trentasette 37 comunità cristiane suddivise in comunità ecclesiali di base, ciascuna con un proprio responsabile e dislocate su di un territorio di 30mila chilometri quadrati, con una popolazione di un milione e mezzo di abitanti, di cui il 45 per cento è cattolico.

A Ntambue convive una realtà composita: regioni diverse per cultura, per ricchezze naturali, per sviluppo, teatro di sanguinose guerre che hanno portato miseria, degrado e lotte intestine. La povertà, i salari miseri, la sanità alla deriva, scuole fatiscenti, sfruttamento della donna, assenza di generi alimentari hanno generato sempre una situazione esplosiva. Vari conflitti etnici e politici, dal 1994 al 1999 hanno devastato le città e hanno toccato, seppur in parte e senza gravi conseguenze, la missione. Le conseguenze maggiori sono state per la vita comunitaria delle famiglie per le quali sono aumentate le difficoltà di vita, ma anche per gli spostamenti, e per affrontare il terribile dramma dell’accoglienza dei profughi ruandesi.

Oggi il conflitto nella Repubblica democratica del Congo è una ferita che continua a sanguinare, un massacro gratuito delle popolazioni civili. Nella regione del Kivu e dei grandi laghi, di cui Goma è il capoluogo, migliaia sono gli sfollati e i rifugiati, crescono epidemie e fame, disperazione e corruzione, e ancora nuovi combattenti ribelli che spesso non sono altro che bambini. Un’instabilità regionale che ha decenni di storia alle spalle e che spesso viene attribuita alla rivalità tra hutu e tutsi, ma che, nella realtà, serve ad occultare la spoliazione delle risorse primarie minerarie e preziose. In tutto il territorio teatro del conflitto, di quest’ultimo periodo, si stimano circa 100.000 famiglie e 600.000 persone in situazione di estremo bisogno, che necessitano di urgente assistenza umanitaria.

One thought on “20 anni della missione diocesana di Terni nel Congo

  1. christian mavindi 11 dicembre 2008 / 6:21 am

    io ringrazio tutti colori che hanno naturalmente un spirito di servire gli altri sopratutto i bambini e giovani del terzo mondo.E un atto di solidarieta.Oggi io sono tenuto da presentare il mio laurea trienale in medicina ma cerco un sponsor agli studi che voglio contunuare in italia ma non ho i mezzi sufficiente.Cerco un persona di buon volonta ad aiutarmi:
    mio indirizzo è via epulu 672/132-comune di lemba-kinshasa-rdcongo
    grazie mille
    christian mavindi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...