L’immagine simbolica di una comunità missionaria a Barra do Corda, Brasil

Cerrado-brasilOggi ho cambiato l’immagine di fondo sullo schermo del mio PC. Di solito metto una immagine che riflette la situazione o lo stato d’animo che sto vivendo. É una foto dell’ambiente naturale in cui siamo immersi, il “cerrado”, questo bosco con terreno sabbioso e alberi piccoli e contorti, che fa da cornice alla foresta amazzonica. Questi alberi esprimono la fatica e la lotta della vegetazione che
deve resistere ai mesi senza pioggia, ma creando sotto terra, invisibile agli occhi, una rete di radici che trattengono l’acqua e alimentano le sorgenti che danno poi vita ai grandi fiumi. É una foresta capovolta, sottoterra. Il cerrado mi sembra che fotografi bene la situazione del nostro cammino attuale. Sia del pastore, che del gregge. Il cammino é faticoso, le sfide tante, i frutti stentano.

Stiamo per rinnovare, dopo 4 anni, tutti i responsabili delle comunitá, i coordinatori delle pastorali, i consigli che animano le 7 comunitá di cui é formata la nostra parrocchia. Difficile trovare chi assuma la responsabilitá, difficile per i nostri laici accettare un impegno pastorale diretto andando al di lá della sola presenza alla messa domenicale. La religiositá dell’impegno nella vita “non prende”, attira di piú lo show religioso che esalta emoziona e consola, la religiositá “rifugio” (fuga) dalle contraddizioni della vita, il Dio dei miracoli che dá prosperitá, salute, ricchezza. E poi le tante ferite nella vita della gente, le tante povertá, che non hanno bisogno solo di assistenza (anche, ma non solo di cose da dare, ci vuole anche vicinanza, prossimitá, accoglienza, interesse…) ma richiedono un intervento sulle ingiustizie che le generano, e un cambio di mentalitá tanto difficile da realizzare. Ma la nostra comunitá é viva, cerca il cammino per annunciare oggi qui il Vangelo di Gesú, si muove, si fa presente, con semplici gesti di amore e solidarietá cerca di essere un piccolo segno del Regno di Dio. Andiamo avanti con fatica, e con speranza. Lottiamo e non ci arrendiamo. Potremmo fare di piú e meglio, ma qualche passo lo stiamo dando e non ci rassegnamo a restare fermi. Siamo come il nostro cerrado, magari poco bello a vedersi, magari a prima vista di poca utilitá, ma siamo vivi, e sotto sotto, nel profondo, nel cuore, c’é l’azione dello Spirito come acqua viva che ci rigenera continuamente.

Padre Ezio Borsani

One thought on “L’immagine simbolica di una comunità missionaria a Barra do Corda, Brasil

  1. Ermanna Colombo 5 ottobre 2013 / 4:35 pm

    Grazie per i messaggi. Allego una lettera per la giornata missionaria di Suor Dalmazia Abbracci Ermanna Colombo Fagnani Date: Fri, 4 Oct 2013 13:26:38 +0000 To: emozambico@hotmail.com

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...