La spiritualità dei laici missionari alla prova delle domande dei ragazzi

Ottobre….è il mese missionario, ci troviamo in Missione…missionari…ma è una riflessione continua su cosa significhi davvero la Missione di Gesù, è un imparare costante dalla Parola, dalla gente semplice e umile, da un popolo e una cultura che davvero è altro da noi e che poco a poco continuiamo a scoprire, da fratelli di varie religioni ma sempre e tutti Figli di uno stesso Dio…ed è un ritrovarci sempre spiazzati, impreparati, fragili ma con il desiderio di condividere…un cammino, la Vita, un plato de sopa, una pizza fatta cuocere dal fornaio forse come facevamo i nostri nonni da noi….una quotidianità che ti fa uscire…non solo di casa perché qui si vive in strada ma da te, dalle tue sicurezze, dai tuoi punti di vista, dalle tue idee che pensi giuste, dalla tua verità…uscire verso un altro, un altro modo di lavorare, un altro punto di vista, un altro modo di vivere la fede ma ti conduce verso l’Altro con la A maiuscola perché è l’Uomo o la Donna creature di Dio. L’uscire comporta sempre una fatica, un distacco, una separazione ma se ti porta verso un Incontro ne vale la pena….e qui di incontri ne facciamo sempre davvero tanti…spesso nei momenti più inaspettati .

Come la scorsa settimana: dopo il gruppo giovani alcuni ragazzi si fermano in casa nostra per stare un po’ insieme, passa il tempo finchè qualcuno torna a casa ma Micol si ferma ancora…ha voglia di parlare, fa domande sul perché siamo venuti in Perù, perché stiamo insieme, su chi sono i missionari e tu con le tue parole imbarazzate ti ritrovi a rifarti le stesse domande, nel tuo cuore e nella tua anima e scopri che i ragazzi, la gente ti guarda, ti osserva e ti senti inadeguato…costretto a chiedere la Forza a Qualcuno che lassù ti protegge e che ci ha messo del suo se tu sei qui a rispondere a queste domande! Ma Lo ringraziamo perché sentiamo che la Vita anche se difficile la stiamo vivendo davvero! La gente, la realtà che hai intorno, le attività e le iniziative che fai, i progetti ti cotringono a farti domande, a essere critico, a pensare, a cambiare….e ti accorgi di come la Missione non sono progetti e attività sono anzitutto riconoscersi Discepoli, tutti, del Signore Gesù che è venuto per servire e non per essere servito. La condivisione e il servizio fatti con Amore devono caratterizzare la nostra quotidianità ‘da questo capiranno che siete miei discepoli, se avrete Amore gli uni per gli altri’. Alla fine si capisce che Micol ha voglia di parlare e mi racconta che quando lavorerà comprerà a sua sorella tutto quello che vuole…con qualche domanda più o meno diretta mi racconta che sua mamma ha lasciato la casa quando lui aveva sei anni ed è tornata in visita quando ne aveva dodici…”Quando lei è arrivata io ero cambiato tanto, figurati – mi dice – e comunque ero indifferente. Poi mi sono accorto che la chiamavo e le chiedevo solo soldi, non perché mi interessava e anche adesso non mi interessa molto”. Parole che pesano come un macigno dette da un figlio alla madre ma che qui purtroppo sono molto comuni, a volte la madre si allontana dall’hogar (casa) per lavorare ma altre volte come in questo caso per problemi con il marito o compagno e chi ci rimette sono i bambini che intanto crescono e diventano uomini spesso grazie alle sorelle o ai fratelli maggiori. La realtà della famiglia è davvero complessa e anche la nostra testimonianza come coppia stabile può essere un modello senza presunzione però può essere una visione altra (vista dal punto di vista di questa cultura) di come si può vivere una relazione in modo stabile e nel rispetto reciproco; può sembrare banale ma i bambini e i giovani osservano e poi arrivano a farti le domande! Ma al di là delle parole è bello Voler Bene e dimostrare che si può amare anche in una società e in un mondo come quello moderno, anche in una realtà come questa dove nessuno fa nulla gratuitamente o molto pochi sono quelli che lo fanno perché bisogna portare a casa il pane (anche se a volte può essere una scusa dappertutto).

Roberto  e  Chiara

One thought on “La spiritualità dei laici missionari alla prova delle domande dei ragazzi

  1. Ermanna Colombo 15 ottobre 2012 / 3:21 pm

    Grazie per i messaggi Abbracci Ermanna e fam.

    Date: Mon, 15 Oct 2012 10:01:49 +0000 To: emozambico@hotmail.com

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...