Definzione di “Naviganti”, “Marittimi” e “ Gente di mare”. Utilizzo preciso di questi termini

Gente di Mare” è una identità socio-cuturale e anche pastorale che comprende secondo il Motu Proprio “Stella Maris”:
a) naviganti: coloro che al momento si trovano su navi mercantili o della pesca, e coloro che hanno intrapreso per qualsiasi motivo un viaggio in nave.
b) marittimi: 1. i naviganti; 2. coloro che in ragione del loro mestiere si trovano abitualmente sulle navi; 3. coloro che lavorano su piattaforme petrolifere; 4. i pensionati provenienti dai mestieri di cui ai nn. precedenti; 5. gli allievi degli istituti nautici; 6. coloro che lavorano nei porti.
c) gente del mare: 1. i naviganti e i marittimi; 2. il coniuge, i figli minorenni e tutte le persone che abitano nella stessa casa di un marittimo anche se attualmente non sia navigante (per es. in pensione); 3. coloro che collaborano stabilmente con l’Opera dell’Apostolato del Mare.

Dispersi ma uniti
La Gente del Mare è formata di professionisti. Al di là della loro nazionalità o religione, essi condividono una stessa cultura e molti valori umani. Infatti, il mondo marittimo è formato dalla dispersione di questa gente in tutto il globo terrestre e dal loro continuo movimento per i Sette Mari. Essi sono spesso invisibili alla società. Vivono e lavorano in un contesto spesso ostile, che li tiene lontani dalla propria famiglia e li costringe a lunghe ore di solitudine sul mare, spesso irrequieto.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...