La pastorale missionaria comincia dall’incontro con i piccoli

Continuiamo nella lettura della riflessione di don Giambattista Inzoli, scritta per il mese missionario.

La missione che sto vivendo è una pastorale fatta di incontri piccoli e di relazioni brevi, come la pastorale di Gesú che incontra la Samarita, Nicodemo nella notte, e l’amico Lazzaro in casa sua.
Quando vado nelle scuole pubbliche mi metto all’esterno, nel cortire e attendo che si avvicini qualcuno… alcuni piccoli vogliono semplicemente giocare o vedere il PC con il quale sto lavorando.. Uno di questi giorni verso le 11.00 (16 settembre) si avvicinano due ragazze chiedendomi che cosa faccio lí. Spiego la ragione e poi se ne vanno, dopo alcuni minuti ritorna una dicendo. Posso parlarti. La professoressa mi ha lasciato venire e mi ha detto che le cose che ti dico tu non le vai a dire a nessuno. E cosí inizia a parlare della sua famiglie e dei grandi problemi che incontra e dell’impossibilitá di parlarne con qualcuno perché , se la mamma si accorge che lei parla dei problemi famigliari con qualcuno, peggiorano i maltrattamenti e le percosse… Il padre se ne è andato di casa e non passa gli alimenti, lei deve lavorare e non ha nemmeno i quaderni e la penna per scrivere e la mamma non vuole che lei chieda aiuto a nessuno perché nessuno deve sapere dei problemi familiari… giá un anno ha perso la scuola perché è andata a lavorare, ma ora, a 13 anni, sta facendo la sesta primaria (i suoi compagni hanno 10 anni). Parliamo a lungo e concordiamo una tattica perché io possa parlare con la madre…. Gli occhi della ragazzi sono tristi. Sembra non ci sia possibilitá per lei di migliorare.

Molte volte mi capita di iniziare un colloqui o una confessione dicendo “¿Eres feliz?” “Sei felice?” la risposta molte volte è “no” “que te ha pasado? Por que eres así infeliz?” Ed ecco che si apre un fiume in piena raccontando fatiche e dolori, maltratti e ingiustizie subite che molte volte diventano esperienze dolorose vissute sulla scia della fuga e della ribellione.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...