I 50 anni dei fidei donum ambrosiani in Zambia: campagna diocesana contro l’AIDS

La Diocesi ambrosiana lancia una grande campagna per sostenere un progetto di prevenzione della trasmissione del virus Hiv da mamma a bambino in Zambia. Lo fa per festeggiare in modo concreto i cinquant’anni della prima missione della Chiesa di Milano in Zambia, nel suo ospedale di Chirundu. Ce ne parla Fabio Brenna in questo audio di Radio Vaticana.

Un grande pannello sul Duomo di Milano che mostra il pancione di una donna africana, con la scritta “Se nascerà sano è anche merito tuo”, invita tutti a sostenere il progetto anche acquistando magliette, spille e borse in cotone con il logo della campagna. Il costo per il trattamento di una mamma e di un bambino si aggira attorno ai 15/20 euro al mese. Più o meno il costo di un aperitivo, ha osservato l’arcivescovo di Milano, il cardinale Dionigi Tettamanzi:

Anche una piccola cosa in realtà può diventare grande, perché può andare a salvare una vita: evidentemente anche se con tanta lontananza nel tempo, ma è pur sempre una vita e quindi da questo punto di vista il valore è così alto, che fare questi confronti, fare questi paragoni può essere segno di saggezza da parte nostra”.

In Zambia, il 13.5 per cento della popolazione adulta è affetto da Aids, malattia che colpisce il 15% dei ragazzi fra i 15 e i 24 anni, percentuale che sale nelle donne al 18%. Il progetto di cura punta sulla prevenzione per trattare la malattia bloccando la trasmissione da madre a figlio, fermando così la moltiplicazione dei casi. Pietro Ugazio, chirurgo e volontario presso l’ospedale della pace di Chirundu:

Per la prevenzione fondamentalmente, dal punto di vista medico, si usano i farmaci antiretrovirali che vengono dati alle donne gravide. Ma serve di tutto, perché l’Aids – purtroppo – è una realtà che investe non solo – diciamo così – un aspetto di salute, ma investe qualsiasi aspetto della propria vita”.

I sacerdoti ed i laici Fidei donum ambrosiani da 50 anni sono in una regione poverissima ed hanno contribuito a far diventare il primo ambulatorio rurale un efficiente ospedale con 130 posti letto, il “Mtendere Mission Hospital”. Un anniversario che invita a pensare al senso della missionarietà, secondo il cardinale Tettamanzi:

Cosa vuol dire oggi essere missionari? E’ avere dentro qualche valore, qualche ideale ed essere pronti, in qualche modo, ad offrirlo agli altri e non tanto attraverso le parole, quanto attraverso i fatti. Dico questo in termini generalissimi, mentre in termini più precisi per un cristiano posso dire che uno incontra Gesù Cristo perché è una persona viva e proprio a partire da questo incontro sente il bisogno di offrirsi agli altri, così come lui è, con le risorse che ha e quindi vivendo una vita non chiusa in se stessi, ma una vita aperta agli altri e pronta a dare qualcosa di bello, di grande e di buono agli altri”.

Una delegazione diocesana visiterà nei prossimi giorni la missione di Chirundu.

In questo breve video, don Francesco ci guida a conoscere l’ambiente dove sta vivendo il suo ministero pastorale:

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...