Domenica delle Palme in missione: dal Camerun al Perù

Dal Camerun ci scrive il Fidei Donum milanese don Alberto dell’Acqua:

Stamattina, non più in groppa al povero asino del villaggio di Nakong che mal mi “sop-portava” ogni anno, siamo entrati nella nostra prima Settimana Santa, da quando siamo nuova parrocchia, con una celebrazione ben partecipata. Abbiamo pregato perché i cammini che abbiamo iniziato a percorrere, le attività che abbiamo potuto vivere insieme durante questi mesi e le gioie e le fatiche sperimentate, possano condurci a far sì che la Parola di Dio che è Gesù, anche attraverso la nostra fede e la nostra testimonianza, possa “crescere e mostrare sempre più la sua forza” in un mondo che ne ha sempre più bisogno, anche se spesso non se ne vuole accorgere.

Intanto, per quanto mi riguarda, dal 1 aprile vivo, per ora solo (spero non per molto… ci sono “segreti” che non si possono ancora svelare…), nel nuovo presbiterio che è riuscito proprio bene e come lo si pensava (tranne per alcune finiture che stiamo rivedendo con pazienza). Devo confessarvi che ho fatto molta fatica ad abitarmi i primi 3/4 giorni: oltre che solo (dopo cinque anni di vita comunitaria), ero anche un po’ “sperso” (avevo ancora 3 case), un po’scoraggiato da alcuni lavori non ancora finiti, un po’ affaticato dal periodo intenso, così come “oppresso” dal caldo di questo mese. Ora va decisamente molto meglio, anche se le difficoltà e le fatiche non sono diminuite: solo che le affronto in un modo diverso dai primi giorni in cui mi ero fatto un po’ sopraffare dall’insieme delle cose.

Intanto, un poco alla volta, la gente viene a trovarmi e a visitare il nuovo presbiterio. La sera, un giovane del quartiere che sta preparando gli esami di scuola superiore e che non ha l’elettricità nella sua abitazione, ha cominciato a mettersi a studiare, con il mio incoraggiamento, sotto una delle lampade esterne della casa. Stiamo anche facendo l’ultimo sforzo per costruire il “castello” per l’acqua, così da avere la quantità e la pressione sufficiente per permettere alle famiglie del quartiere di poterla utilizzare anche loro.

Dal Camerun passiamo al Perú: eccovi una foto e alcuni dettagli della mia domenica delle palme a Huacho – Perù.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...